CD: BEL RAGGIO. ROSSINI ARIAS

ALEKSANDRA KURZAK, Warsaw Chamber Choir, Sinfonia Varsovia, Pier Giorgio Morandi.

1 cd DECCA 4783553

Interpretazione: ****

 Acquista su AMAZON

Acquista su IBS

ROSSINI_ARIAS

Rivelatasi sulla ribalta internazionale e consacratasi nel 2008 alla Royal Opera House di Londra nella Matilde di Shabran di Rossini, titolo propizio, evidentemente, alle giovani voci di sicuro interesse, giacché, in quel di Pesaro, nel 1996, debuttò, ventitreenne Juan Diego Florez, Aleksandra Kurzak, soprano polacco, in breve tempo si è manifestata una delle voci rossiniane più interessanti degli ultimi anni.

La Decca , non nuova al lancio di giovani stelle, con alterni risultati, per la verità, affidò alla Kuzak un recital, Gioia!, il quale tendeva a rivelarne le doti, ma senza incorrere in gravosi impegni nel programma, pur annoverando Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi ed Johann Strauss tra i compositori affrontati. Il disco ottenne un bon successo, ma fu la carriera teatrale del giovane soprano polacco ad imporla soprattutto come voce adatta al repertorio rossiniano: tra l’altro, nemmeno al più consueto.

Così, ora, registrata negli studi della Radio polacca nel luglio 2012, si propone questa monografia dedicata al prediletto Rossini, del quale Aleksandra Kuzak offre alcune delle arie meglio rappresentative scritte dal compositore per la voce di soprano, che, ricordiamo, all’epoca nella quale il Pesarese scrisse le sue opere teatrali, proponeva caratteristiche relative ad una voce piuttosto scura di timbro, agile nella coloratura, estesa nel registro acuto, ma in grado di affrontare “discese” nella zona che, solitamente, ricopre il mezzosoprano.

Emblema di tale voce, fu Isabella Colbran stella del Teatro San Carlo, a Napoli, quindi, “signora Rossini”, la quale coniugava eccellenti doti di recitazioni a tecnica sicura che le permetteva di emettere autentiche roulades ai fini espressivi.

Nel presente recital troviamo vari ruoli, non tutti pensati per la Colbran, caratterizzati, però, dal tipo di voce sopra descritta, sia che si trattasse della Marcolini piuttosto che della Cinti-Damoreau, passando, quindi, dal giovanile Tancredi – arie per Amenaide – al maturo Guillaume Tell – arie per Mathilde.

Splendido timbro, quello della Kurzak, che valorizza pienamente le seducenti bruniture di un’aria quale “Selva opaca” da Guglielmo Tell (presentata proprio nella consueta versione italiana che nulla toglie all’originale francese, oggi preferito dai meglio informati che, però, fingono di ignorare che Rossini direttamente curò la supervisione delle”traduzioni” dei suoi lavori francesi, non puramente un corollario, dunque) o le tinte drammatico liriche della grande aria di Donna Fiorilla da Il Turco in Italia, timbro che, sposato a controllatissima emissione del fiato, frutto di ottima tecnica, attecchisce tanto un fraseggio vario, quanto una dizione veramente lodevole.

In effetti, Aleksandra Kurzak propone un Rossini per nulla scolastico o sentito, ma s’immerge nella sensuale tavolozza di colori che il compositore affida a voce ed orchestra nel consueto affresco adamantino della sua musica.

Così, grande merito deve ascriversi a Pier Giorgio Morandi che non si limita ad “accompagnare” la voce e gli interventi del precisissimo Coro da Camera di Varsavia, stupendamente preparato da Ryszard Zimak, ma evidenzia la cantabilità della compagine, tramite un riflesso di colori ora suadenti, ora abbaglianti appartenenti all’inimitabile tinta rossiniana.

Bruno Belli

This post is available in EN, FR, ES, DE here

 Seguite le nostre news ogni giorno su www.classicaonline.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...