RACHMANINOFF – SHOSTAKOVICH

“The magic of live”, la magia della musica dal vivo: la nuova collana della CONCERTO CLASSICS.

RACHMANINOFF – SHOSTAKOVICH

Trio Tchaikovsky.
Registrazione live, 31 luglio 2007, Ponzano di Fermo.
1 cd CONCERTO CLASSICS “The magic of Live” 03.

 Acquista su Amazon

Acquista su IBS

Con il cd di musica da camera russa tra Otto e Novecento, interpretata dal Trio Cajkovsky, la Concerto Classics inaugura la nuova collana “The magic of live”, le più belle registrazioni dal vivo nei migliori festival.

La registrazione del presente cd si deve grazie Chiesa alla collaborazione con il Festival Armonie della sera, l’Associazione Marche musica ed il Comune di Ponzano di Fermo, nel quale, presso la Chiesa di San Marco, il Trio si esibì il 31 luglio 2007.

Approda, così, grazie alla politica culturale della Concerto, un aspetto vivificante della musica in Italia, sovente presentata in vari Festival sparsi per la penisola, molti dei quali di grande qualità, ma non sempre conosciuti fuori di cerchie ristrette di appassionati, per lo più d’ambito locale. Tanto più che, nel presente caso, ci è permesso di ascoltare un insieme di artisti di pregevolissima qualità.

Il programma, incentrato sulle figure di Rachmaninoff e di Shostakovich, tramite altrettanti trii (rispettivamente, in re minore, op. 9 ed in mi minore, op. 67) nati in circostanze affatto simili – la morte di una persona cara cui i compositori erano legati da profondo affetto – non è affatto semplice, giacché agli interpreti è chiesto di mantenere un fondamentale equilibrio di stile, onde non cadere nella “retorica” del gonfiare toni che non volgono mai al patetico, esprimendosi, per lo più, nei limiti dell’elegia interrotta da interventi “rabbiosi”, quasi un’inutile ribellione, o contrasto, alla morte.

Ampie, espressive, cantabili le cavate tratte da Pavel Vernikov al violino e da Anatole Liebermann al violoncello, tanto nei momenti distesi, quanto nelle “impennate” più spigolose, in eccellente simbiosi con l’espressività del pianoforte di Konstantin Bogino, ci conducono attraverso due opere dense di contenuto e di perizia compositiva, per regalarci, infine, quali “bis”, una deliziosa miniatura di Shchedrin, noto soprattutto per il suo balletto Carmen, elaborato sui temi tratti da Bizet, dedicata a Rossini e la trascrizione di Agosto, tratto da Le stagioni di Cajkovsky.

Ottima, infine, la ripresa del suono curata da Luca Ricci.

Bruno Belli

This post is available in EN, FR, ES, DE here

 Seguite le nostre news ogni giorno su www.classicaonline.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...