Il M° Almerindo d’Amato per le celebrazioni dell’ottantesimo anniversario della morte di O. Respighi

Classicaonline Agenzia è lieta di presentare una proposta per le stagioni concertistiche dell’anno 2016 con il M° Almerindo d’Amato, in occasione delle celebrazioni dell’ottantesimo anniversario della morte di O. Respighi (1936-2016):

 CONCERTO OMAGGIO OTTORINO RESPIGHI (1879-1936)

Serenata (1904 – min.5)

                                                    Concerto in la min. per pf. ed orchestra (1902 – min. 26)

                                                       ******

Overture carnevalesca (1913 – min. 8/9’)

Feste romane (1928 – min. 25’)

N.B. Il Concerto per pf. ed orchestra  verrebbe dato in prima esecuzione locale. 

Il presente  programma era stato ideato con Lorin Maazel per un progetto di realizzazione nei programmi dell’Accademia di S. Cecilia dopo entusiastico apprezzamento della partitura del Concerto da parte del compianto direttore, purtroppo successivamente scomparso. Egli considerava Respighi “compositore assolutamente geniale” e con marcato riferimento anche alle Feste romane (come in precedente intervista di Rita Sala su Il Messaggero del 19/01/2014 ). Il Concerto di  Respighi potrebbe comunque anche autorevolmente far parte di un programma diverso e allargato, dedicato alla Musica del Novecento storico.

Il Concerto in La min di Ottorino Respighi è stato riscoperto e ripresentato dal M° Almerindo d’Amato in Prima mondiale moderna con “Standing ovation” ed entusiastiche recensioni in USA (Recital Hall di Washington Dc), al Teatro Filarmonico di Verona con l’Orchestra dell’Arena ed a Bologna con l’Orchestra del Teatro Comunale, a 110 anni dalla trionfale Prima assoluta del 8/06/1902. 

-> Leggi la NOTA PRESENTATIVA del concerto in La min 

Ascolta un estratto del concerto in La min

BREVE RASSEGNA STAMPA
Suonarenews ottobre 2009 – Respighi inedito a Washington – Standing ovation per Almerindo d’Amato in USA
Global Music Accademy – Washington DC 2/09/2009 –  Prima mondiale moderna del Concerto di Respighi in America  – “Entusiastico tributo personale alla Music Recital Hall per il pianista A.d’Amato, chiamato a presiedere anche la Giuria internazionale del Primo Concorso Pianistico “Young People and italian Music”
Gli Amici della Musica.net– 23/03/2011 –Teatro Filarmonico Orchestra dell’Arena Verona:-O.Respighi nelle mani di Almerindo d’Amato: UNA SERATA DA SOGNO” – “Partitura difficile….maestro alieno dal darsi al facile successo con esibizioni acrobatiche… profondamente attento alla duttilità della musica…una musica che canta anche nei passaggi virtuosistici, come sempre dovrebbe cantare la musica…!” – La Repubblica – Bologna 7/07/2012 – “Respighi: capolavoro ritrovato”… Concerto per  pianoforte… splendido e dimenticato” !  “evento unico grazie al pianista Almerindo d’Amato con l’Orchestra del Teatro Comunale diretta da Francesco Vizioli…a centodieci anni dalla trionfale prima assoluta…una personalità ed una potenza espressiva degna dei maestri della tradizione tedesca. senza soffrirne della struttura ponderosa…!”
Avvenire 8/07/2012 – “Comunale, l’Orchestra in Piazza Verdi”- “Il Concerto di Respighi è molto sofisticato…considerando che egli era appena poco più che ventenne è davvero impressionante!

PER CONTATTI

Maestro Almerindo d’Amato,

06/33264622 cell. 3409782484 – email damatoal@tin.it

http://www.almerindodamato.it/

Almerindo d’Amato deve la sua formazione pianistica alla scuola catanese di Franco Cristina, alla scuola napoletana di Paolo Denza del Conservatorio “S.Pietro a Maiella” ed alla scuola romana di Tito Aprea del Conservatorio di “S.Cecilia”. Effettuati corsi di perfezionamento con Carlo Zecchi ed Alfred Cortot, ha svolto una intensa carriera concertistica prima in Italia e poi nei principali centri musicali di tutti i paesi europei, dell’Africa settentrionale, del Medio Oriente, dell’Australia e della Nuova Zelanda, dell’America Latina, degli Sta Uniti e del Canada. Nel corso di numerose tournée, ha inciso per le principali emittenti radio-televisive ed ha effettuato concerti sinfonici con celebri direttori d’orchestra: Bellugi, Bertola, Biondi, Caracciolo, Casella, Cristescu, Girad, Hoey, Pradella, Poche, Scaglia, Scimone, Spruit, Vernizzi, Zecchi ed altri. Ha presentato e divulgato prime esecuzioni di importanti autori italiani anche in famose istituzioni internazionali: Canergie Hall di New York, Mozarteum di Salisburgo, Festival internazionale delle Arti a Città del Messico, Akademie fur Musik di Darmstadt e molte altre. I suoi programmi propongono sempre una linea di organica coordinazione riferita a temi di ampio interesse artistico e culturale. Portandosi fuori dai clichets della routine concertistica, Almerindo d’Amato ha innovato il tradizionale recital, introducendo il “Concerto presentato”, quale moderna forma d’incontro musicale con il pubblico. In tale apertura d’orientamenti si colloca la sua iniziativa di Fondatore nel 1974 e primo Direttore Artistico del Festival “Incontri Musicali Romani”.
La sua arte pianistica ha incontrato l’incondizionata ammirazione del pubblico e della critica. Recentemente, invitato in tre stagioni consecutive alla Canergie Hall di New York ed alla Televisione degli Stati Uniti, Almerindo d’Amato è stato accostato dal New York Times e dal Daily News ai più prestigiosi nomi dell’attuale tradizione pianistica italiana: Arturo Benedetti Michelangeli e Maurizio Pollini.
Professore di pianoforte principale e per molti anni membro del consiglio di Direzione al Conservatorio di S.Cecilia in Roma, ha tenuto frequenti seminari presso istituzioni accademiche straniere su “La tecnica per una musicalità libera”. Pianista del “Insieme Italiano”, ha contribuito con Claudio Laurita, Vittorio Di Lotti, Umberto Spiga, Giuseppe Valenti ed Aldo D’Amico, alla valorizzazione in Italia e all’estero di un repertorio da camera ancora trascurato ma assai significativo sotto il profilo musicale e virtuosistico, con particolare riguardo alla produzione italiana dal Settecento in poi.
A tali propensioni artistiche si deve la riscoperta del Concerto in La min di Ottorino Respighi, ripresentato dal M° Almerindo d’Amato in Prima mondiale moderna con “Standing ovation” ed entusiastiche recensioni in USA – Recital Hall di Washington Dc – al Teatro Filarmonico di Verona con l’Orchestra dell’Arena ed a Bologna con l’Orchestra del Teatro Comunale, a 110 anni dalla trionfale Prima assoluta del 8/06/1902.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...